L’AMORE IN GUERRA, DI MELANIA FIORE

L’AMORE IN GUERRA, DI MELANIA FIORE

Gen 16
L’AMORE IN GUERRA, DI MELANIA FIORE
Descrizione

L’AMORE IN GUERRA

una storia d’amore e di coraggio

IDEATO DA MARIO SCACCIA E A LUI DEDICATO

SCRITTO, DIRETTO E INTERPRETATO DA MELANIA FIORE

 

Amore come donna. Amore come resistenza.
Uno spettacolo emozionante che in due quadri racconta la storia di due donne che, durante il periodo buio della Germania nazista, hanno entrambe il coraggio di portare avanti le proprie passioni, di lottare e di non cedere.

Una sola parola a condizionare le loro esistenze: ECONOMIA, primo movente della follia del regime. Due donne speciali, che cercheranno di cambiare, con differenti esiti, un comune destino già scritto e che rivendicheranno, con la forza dell’amore, il loro diritto di esistere. Due personaggi di fantasia ma simbolo di una Storia che ci riguarda tutti, e che ricordano come anche oggi, in tempi di crisi, è importante riscoprire il senso dell’identità e di una propria coscienza morale e sociale.
Due donne molto diverse ma unite dallo stesso destino, a cui darà corpo e anima Melania Fiore, attrice, autrice e pianista, che dopo una decennale esperienza accanto al Maestro Mario Scaccia, gli dedica questo spettacolo che con lui aveva ideato, pieno di impegno e di denuncia, di umorismo e poesia, per ricordare e cercare di capire il valore della propria LIBERTA’.

 

 

CHI E’ MELANIA FIORE

Vincitrice di numerosi premi e riconoscimenti teatrali l’attrice, autrice e pianista Melania Fiore si laurea con lode in Arti e Scienze dello Spettacolo presso l’Università Roma3 e si diploma col massimo dei voti presso la Scuola di formazione biennale di recitazione “Moliere” di Mario Scaccia nel 2002, con un saggio su “Galantuomo per transazione” di G. Giraud, in cui interpreta il ruolo di Elisa e “Shakespeare”, montaggio di varie scene tratte dalle opere del Bardo, in cui interpreta il ruolo di Rosalinda del “Come vi piace”. Dopo il diploma il Maestro Scaccia la dirige in molti spettacoli, tra cui l’acclamato “Chicchignola” di E. Petrolini, “Alcyone” di G. D’Annunzio, insieme agli etoilès del Teatro dell’Opera, “Teatro comico e no”con testi di M. L. Spaziani, “L’amore in guerra”, con testi di Bertold Brecht e Salvatore Quasimodo.
Intanto Melania Fiore perfeziona gli studi di recitazione con laboratori importanti: dopo il laboratorio annuale di Living Theatre diretto da Cathy Marchand, va in scena presso il Teatro Ateneo della Sapienza con l”Antigone” di Bertold Brecht.Continua poi con Ulderico Pesce, Anton Milenin, Giorgina Cantalini, Giles Smith, Mauro Avogadro, che la dirige in una mise en space a Villa Piccolomini dove interpreta il ruolo di Cleonice in scene tratte da “La Lisistrata” di Aristofane.
Lavora in diverse compagnie mentre continua a suonare il pianoforte, che ha studiato per dieci anni con il Maestro Lamberto Desideri e affina le capacità di scrittura teatrale. Pubblica racconti e inizia a scrivere per il teatro nel 2008.
”La Terrazza” è selezionato per il Premio Attilio Corsini e va in scena al Teatro Stabile Vittoria di Roma, “Il Testamento del Marchese del Grillo” con Enzo Garinei, dove è anche attrice debutta presso Ostia Antica e poi in tournèe in Italia; “Ti richiamo tra dieci minuti”viene segnalato dalla giuria per l’interpretazione al Festival della Drammaturgia Italiana 2009; presso lo stesso Festival riceve il Premio speciale della giuria 2010 con “L’atto unico della felicità”, che ottiene anche il premio “Artista dell’anno” al Festival Teatrale di Calcata 2011. “Tutto il mio amore” nel 2011 vince il premio come “Miglior attrice”, apre il Festival della Ginestra d’Argento in Calabria e il Festival Teatrale di Calcata e nel 2012 andrà in scena al Teatro Stanze Segrete e al Teatro dell’Orologio di Roma.

 




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *