Ecocittà: modello di edilizia ecosostenibile a Porto Potenza Picena

Ecocittà: modello di edilizia ecosostenibile a Porto Potenza Picena

Giu 18
Ecocittà: modello di edilizia ecosostenibile a Porto Potenza Picena

ecocittaPrende ufficialmente il via il progetto voluto dal Fondo d’investimento comune della società di gestione del risparmio Namira e che permetterà di rilanciare l’immagine dell’area industriale ex-Ceramica nel centro della cittadina marchigiana di Porto Potenza Picena.

Durante la conferenza stampa di presentazione lo staff di Ecocittà ha illustrato le caratteristiche del progetto che vedrà la costruzione di 15 lotti residenziali (previsti circa 550 tra appartamenti e villette a schiera), 1 parcheggio pubblico e zone verdi collegate tra di loro da diversi percorsi pedonali.

Un progetto di edilizia ecosostenibile virtuoso per tutta la regione Marche e che permetterà di dare linfa all’intero tessuto industriale della provincia di Macerata. Per le operazioni di bonifica dell’area è stato necessario utilizzare alcune tra le più moderne tecniche come la differenziazione dei rifiuti presenti nei diversi strati e la creazione di barriere idriche per rimuovere l’acqua di falda e i vari metalli, tra cui il boro, presenti nel terreno.

L’attenzione nei confronti dell’ambiente non si conclude nelle fasi di preparazione del terreno ma continua anche in fase di realizzazione del progetto. La Piazza, questo il nome scelto per il centro residenziale, sarà un modello di edilizia green in quanto tutti gli edifici saranno in classe energetica A e A+ e assicureranno un impatto zero attraverso l’eliminazione completa delle emissioni di Co2. Per garantire un maggiore risparmio energetico a chi deciderà di comprare casa a Porto potenza Picena tutte le soluzioni abitative verranno climatizzate attraverso impianti ad energia rinnovabile attraverso l’installazione di pannelli solari o geotermici.

Come ha tenuto a sottolineare il governatore della regione Marche, Spacca, “Quella del sindaco Paolucci è una grande intuizione” in quanto oltre a garantire alla cittadina un ritorno di immagine notevole e l’ingresso di capitale straniero garantirà la costruzione di una scuola a costo zero e la possibilità, attraverso un piano di edilizia convenzionata, di acquistare una parte degli appartamenti a prezzi calmierati fino al 25% in meno.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *