Giochi di abilità, scopriamo cos’è la Cirulla

Giochi di abilità, scopriamo cos’è la Cirulla

Ott 24
Giochi di abilità, scopriamo cos’è la Cirulla

Dopo il boom dei giochi online e della possibilità di giocare anche gratuitamente, molti giochi di abilità, noti o meno noti, sono approdati sul web. Giocare è semplice e le regole sono le stesse del gioco reale: Briscola, Scopa, Sette e mezzo, Tressette online, oltre che Chemin de Fer, Bestia e Cirulla.

La Cirulla, ad esempio è uno dei giochi di abilità da scoprire, in quanto è una variante molto più complessa delle classica scopa, ma poco conosciuta. Originaria della Liguria e del basso Piemonte, la Cirulla si contraddistingue per vivacità e ritmo delle partite, per i repentini “ribaltoni” nei punteggi e il fattore “fortuna” che diminuisce il divario principiante-esperto.

Si gioca con un mazzo di quaranta carte regionali oppure con un mazzo di carte francesi senza 8, 9, 10 e Joker. La partita si svolge fra due o quattro giocatori divisi in due coppie avversarie. Il mazziere, dopo aver mescolato le carte le fa tagliare dall’avversario (nel gioco a due) o dal giocatore alla sua sinistra (nel gioco a coppie) e procede alla prima distribuzione: 3 carte coperte ad ognuno dei giocatori e quattro carte scoperte in tavola. A turno i giocatori scartano una carta per volta fino a terminarle. Se la somma delle quattro carte in tavola dà esattamente 15, il mazziere le raccoglie e segna una Scopa; se la somma fa 30, ne segna due. Come nella scopa, alcune figure valgono punto: il Settebello (Sette di denari o quadri), gli ori (denari o quadri), la primiera ed una scopa. Re, Donna e Fante di denari, che formano la Cirulla grande valgono 5 punti; la Cirulla piccola, cioè Asso, Due e Tre di denari vale 3 punti ma può essere estesa fino a 7. Il possesso di tutte le carte di denari o quadri, che viene definito “cappotto” determina automaticamente la vittoria della partita.

La Cirulla è uno dei pochi giochi di abilità che prevede poche mosse ma fondamentali. Le prese sono tre: presa da 15, che avviene quando sul banco sono presenti delle carte che sommate a quella calata danno 15; presa semplice, che si ha quando il valore della carte calata è uguale a una di quelle che sono sul tavolo o alla somma dei valori di più carte, analogamente alla scopa; la presa d’asso, che prevede la presa di un asso presente sul tavolo da gioco. Se invece sul tavolo non ci sono Assi, il giocatore raccoglie tutte le carte e la presa viene segnata come una Scopa; se infine sul tavolo non c’è nessuna carta, l’Asso calato rimane in tavola come una qualunque carta. La partita ha termine quando si arriva ai 51 punti.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *