Il Crowdfunding a sostegno dei disagi psico-sociali. Contribuisci anche tu.

Il Crowdfunding a sostegno dei disagi psico-sociali. Contribuisci anche tu.

Lug 04
Il Crowdfunding a sostegno dei disagi psico-sociali. Contribuisci anche tu.

Psicologia e pedagogia approdano su Com-Unity.it, la piattaforma di crowdfunding in Italia che sostiene i progetti e i sogni di chi vuole contribuire a migliorare la situazione socio-economica del momento. A tal proposito nascono progetti di rilievo come quello proposto dalla Cooperativa Sociale La Tempra a.r.l. 

Da alcuni anni ormai, essa opera sul territorio campano con lo scopo di prevenire la devianza minorile e i disagi sociali in tutte la sue forme. Ma cosa si può fare di più? L’obiettivo è quello di offrire una serie di servizi di sostegno e di consulenza personalizzati che mirino a risolvere i disagi legati ai rapporti genitori/figli, bambini/insegnanti e genitori/insegnati. I destinatari degli interventi sono soprattutto i minori, ma anche i genitori (singoli o in coppia) e gli insegnanti di scuola primaria.  Grazie all’apertura di un sportello di sostegno verranno attivati dei laboratori psico-educativi e didattici sia individuali che di gruppo. Saranno inoltre coinvolti docenti ed operatori di settore i quali, attraverso un servizio di formazione, affronteranno temi di fondamentale importanza come: il disagio socio-culturale ed i disturbi dell’apprendimento.

Su Com-Unity, piattaforma di crowdfunding italiana sicura e garantita dalla Banca Interprovinciale, sarà dunque possibile sostenere, attraverso piccoli finanziamenti, il progetto della Cooperativa La Tempra e donare nuove consapevolezze e più equilibrio non solo a numerosi bambini, ma anche a molti adulti, perché, il benessere della collettività parte dalla serenità del singolo individuo, passa per la famiglia e si sviluppa all’interno delle istituzioni come la scuola. A tal riguardo, risolvere le problematiche che sorgono all’interno di tale processo di scambio, significherà contribuire a donare felicità e tranquillità nella vita di bambini, genitori ed insegnanti che ne sono stati sopraffatti.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *