Mar Rosso, vacanze di ferragosto a Sharm el Sheikh

Mar Rosso, vacanze di ferragosto a Sharm el Sheikh

Apr 01
Mar Rosso, vacanze di ferragosto a Sharm el Sheikh

Quando si pensa a vacanze esotiche, in posti incantevoli, bagnati dal mare, non sono moltissime le possibilità: o si hanno in mente i Caraibi, oppure le località che si affacciano sul Mar Rosso. Ed è proprio di quest’ultimo che vogliamo parlarvi.
Le vacanze di ferragosto in Mar Rosso sono il sogno di chiunque ami la spiaggia, gli sport subacquei, il sole cocente. Qui, d’altronde, in questo periodo dell’anno, le piogge sono praticamente assenti, mentre le temperature massime viaggiano abbondantemente sopra i 40 gradi. Hurghada, Marsa Alam, Dahab sono tra le località più conosciute di quelle che si affacciano su questo splendido mare che separa Africa e Asia. Ma indubbiamente è Sharm el Sheikh la località simbolo del turismo.
Le vacanze di ferragosto a Sharm el Sheikh sono possibili grazie a voli diretti che partono da numerosi aeroporti italiani, non soltanto quelli di Milano Malpensa e Roma Fiumicino. La tratta è fatta anche da diverse compagnie aeree low cost. Molti vacanzieri optano per il pacchetto all inclusive, comprensivo di volo più hotel o resort.
E ora immergiamoci a Sharm. Qua sono sufficienti una semplice maschera e le pinne per godere dell’immenso spettacolo naturale dei suoi fondali, in cui si trovano dai coloratissimi pesci tropicali, alle tartarughe, fino ai delfini. In certi tratti la barriera corallina è quasi attaccata alla riva. Ma Sharm non deve la sua notorietà solo alle acque del Mar Rosso. Essa è punto di partenza per le escursioni al Sinai, a importanti parchi naturali e località di grande importanza storica, archeologica e artistica.
Qualche consiglio più dettagliato? Fate una visita al Monastero di Santa Caterina, fondato ai piedi del gebel Musa, a circa 1500 metri di altitudine.  Un edificio dalla storia millenaria, uno dei più antichi monasteri abitati. Risale addirittura al sesto secolo d.C.  Dentro lo splendido edificio sono conservati numerosi manoscritti e icone il cui valore è immenso. Sarà un’emozione grandissima vedere tutto ciò. Altrettanto emozionante sarà un’escursione nel deserto (preferite la jeep o i cammelli?) e il contatti con gli usi e le tradizioni delle popolazioni beduine.  Gli amanti della natura non possono non fare un salto al Parco Ras Mohammed, comprendente anche la barriera corallina.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *