Modelli di approccio al proprio conto corrente bancario

Modelli di approccio al proprio conto corrente bancario

Ago 24
Modelli di approccio al proprio conto corrente bancario

A volte tendiamo a dimenticare che le cose che ci sembrano tra le più ovvie e immutabili sono in realtà oggetto di continui mutamenti, repentini o di lungo corso, che ne trasformano sensibilmente ruolo e caratteristiche nel corso degli anni.

Anche se non ce ne accorgiamo soggettivamente, in forza della nostra abitudine.

Eppure basta fare piccoli confronti con le persone che ci stanno più vicine per rendersi conto che qualsiasi cosa, anche la più astratta, si compone e scompone in aspetti e dettagli in continuo rimescolamento.

Come ad esempio il tradizionalissimo conto corrente bancario.

Sembrerà strano leggerlo, ma è cambiato moltissimi negli ultimi 15 o 20 anni; e probabilmente gli istituti stanno già lavorando alle caratteristiche o ai servizi che vorremo attenderci dai nostri conti in banca a partire dai prossimi anni.

Una rapida ricognizione sui vari approcci al conto in banca dei miei familiari più prossimi potrà empiricamente dimostrare il mio assunto.

La vecchia generazione

Mia madre utilizza i servizi bancari dell’altro secolo, letteralmente. Non ha un ‘conto online’, e nemmeno uno straccio di internet banking. Semplicemente non lo usa.

Se deve fare un bonifico o un pagamento va in filiale, fa la fila e parla con il bancario che trova allo sportello (che in certi casi la riconosce, perchè è cliente da diversi anni dello stesso istituto).

Naturalmente mia madre non ha una carta di credito ricaricabile per fare acquisti online, mentre invece non si sentirebbe a suo agio senza avere un libretto degli assegni per pagare in caso d’emergenza.

Ovviamente lei è di quella generazione che ha avuto relativamente poche difficoltà nel farsi concedere, negli ultimi dieci anni, l’aperturà di un mutuo parziale per l’acquisto di un immobile.

Ha credito, dunque, ed usa i servizi bancari direttamente tramite gli sportelli, oltre ovviamente al bancomat per le piccole spese e per i prelievi di contanti dagli ATM.

La nuova generazione

Mia moglie utilizza il suo conto corrente bancario in modo molto più moderno, senza comunque rinunciare ai più classici servizi degli sportelli.

Lei utilizza i sistemi di internet banking e contemporaneamente le operazioni in filiale, per piccoli o grandi prelievi.

Paga le tasse e domicilia le bollette, riceve forme di pagamento tra le più tradizionali (come gli assegni circolari). Non esita a contattare la sua filiale per qualsiasi evenienza e a recarvisi per dissipare problemi o regolare aspetti burocratici.

Non ha molto credito, comunque, e nemmeno una carta di credito ricaricabile. Per comprare onlin utilizza una semplice carta PostePay, che ricarica al bar.

Il sottoscritto, invece, rappresenta un’evoluzione ancor più ‘digital’ rispetto alla vecchia generazione, qui esemplificata da mia madre, almeno in materia di approccio al conto in banca.

Il mio è fondamentalmente un ‘conto corrente online‘; mi reco in filiale solo nelle remote occasioni in cui capita un cliente che insiste per pagarmi con un assegno cartaceo, che devo quindi necessariamente versare presso una filiale d’appoggio del gruppo bancario in cui ho depositato i miei liquidi.

Per i pagamenti, in entrata come in uscita, utilizzao al 99 per cento lo strumento del bonifico bancario effettuato tramite internet banking, senza mettere un piede fuori di casa e senza farmi vedere allo sportello per interi mesi.

Utilizzo un bancomat, ovviamente, per le piccole spese e per prelevare dagli ATM; utilizzo da diversi anni anche una carta di credito ricaricabile per i miei acquisti online, a partire dal libro ordinato su Amazon fino alla vacanza estiva prenotata su Booking o su TripAdvisor.

Non conosco, non utilizzo e non amo buona parte dei più tradizionali servizi bancari.

Non ho mai avuto un libretto degli assegni, ovviamente, e forse non ne avrò mai uno intestato a mio nome.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *