Droghe come vengono classificate

Droghe come vengono classificate

Apr 26
Droghe come vengono classificate

Mercoledì prossimo i volontari “Amici di L. Ron Hubbard” faranno di nuovo sosta a Marotta per consegnare ai titolari dei negozi gli opuscoli  informativi di prevenzione sulle droghe, “La verità sull’alcol” e “La verità sull’abuso di Farmaci Prescritti”.

 

Una testimonianza qui di seguito ma anche contenuta negli opuscoli “Sono andata in overdose due volte di farmaci che mi erano stati prescritti ed un mio amico è morto per la stessa droga… Non c’è niente di peggio che sapere che un tuo amico è morto per avergli dato delle pillole di cui sapevi veramente poco.” – Linda.

 

Droghe di ogni tipo e forma permeano i nostri giovani facendoli credere di riuscire a risolvere i loro problemi, una menzogna più grande non c’è!

 

Che dire dell’alcol? E’ classificato come un sedativo, che significa che rallenta le funzioni vitali: che risulta nel farfugliare, movimenti instabili, percezioni disturbate ed un’incapacità a reagire velocemente.

 

Le diverse testimonianze raccapriccianti all’interno nell’opuscolo confermano la pericolosità di queste sostanze velenose per il corpo e per la mente, come può essere  bere e guidare.

 

Sostanze che fanno morire la creatività e la vitalità dei giovani ragazzi che senza pensare si buttano nella mischia e affrontano a corpo morto questa avventura malvagia.

 

Il nuovo DVD “la verità sulla droga” spiega quale droga a volte viene mescolata con  del vetro per accrescere la sensazione; oppure un’altra costituita da ingredienti come acido per batterie e veleno per topi.

 

Queste sono le sostanze che vengono introdotte nel corpo per creare “trip” o “sensazioni fuori di testa”.

 

Centinaia di opuscoli vengono distribuiti ogni settimana dai volontari creando le reazioni più strane, alcuni ragazzi si mettono subito a leggere, altri si sentono in imbarazzo, come scoperti, però almeno hanno una possibilità: SCOPRIRE  LA VERITA’!

 

 

 

 

 

 

Per info:

Aiudi Renata 335 7864031

24 aprile 2015

 




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *