Vacanze studio a Roma. Qualche consiglio per risparmiare

Vacanze studio a Roma. Qualche consiglio per risparmiare

Apr 19
Vacanze studio a Roma. Qualche consiglio per risparmiare

Qual è il modo migliore per imparare l’italiano se non quello di trascorrere delle vacanze studio nel Bel Paese confrontandosi con le persone, la cultura, le abitudini, il cibo, il clima ed i paesaggi?

Una vacanza studio nella capitale – città meravigliosa e collocata inoltre al centro del nostro Paese – può essere un’ottima idea per vivere un’esperienza formativa, utile ed anche divertente (che non guasta mai!). Un ostacolo potrebbero essere i costi perché, ammettiamolo, Roma non è certo tra le città più economiche d’Europa ed i prezzi abbastanza alti potrebbero costituire un problema. Ma non sarà certo questo a fermarci, vero? Qualche accorgimento per vivere un’esperienza di studio a Roma senza farsi svuotare il portafoglio però c’è, niente panico. Qualche suggerimento?

Siete appena arrivati e correte il rischio di spendere più del dovuto, fate attenzione. Un consiglio è di evitare bar, ristoranti, pizzerie, pub, locali frequentati solo dai turisti e quindi collocati per lo più nel centro storico e preferire luoghi meno centrali ma molto meno costosi frequentati abitualmente dai romani (come ad esempio i quartieri San Giovanni, Monteverde, Flaminio, Trieste, Nomentano, Prati, San Lorenzo, Pigneto, Piazza Bologna).

Un cappuccino e cornetto, un aperitivo o un panino qui vi costeranno molto molto meno e potrete anche prenderli in compagnia di romani e non di altri turisti come voi. Perché l’obiettivo è sempre imparare la lingua non scordiamocelo!

Se decidete di trascorrere la vacanza studio in compagnia di uno o più amici la soluzione ideale potrebbe essere quella di affittare un appartamento per condividere le spese ed evitare così di spendere cifre esorbitanti in albergo.

Ovviamente non è una buona idea cercare una casa vicino a San Pietro o in altre zone molto centrali della città ma è meglio preferire quartieri più low cost (gli stessi suggeriti per il cibo e la vita sociale) che consentano di ridurre le spese, magari con l’accortezza di verificare che ci siano metropolitane o autobus nelle vicinanze.

Se invece siete da soli e preferite andare in un albergo una soluzione può essere rappresentata dai tantissimi bed and breakfast che popolano ormai tutti i quartieri della capitale. Le possibilità sono tantissime così come le offerte low budget ed affidandovi ad uno dei mille siti disponibili (Booking, Trip advisor, Trivago solo per dirne alcuni) la scelta della struttura che preferite sta a voi.

Roma è anche e soprattutto arte e musei da vedere per immergersi nella storia e nel patrimonio culturale italiano. Come fare per visitarli senza rimanere a corto di euro? Se avete meno di 26 anni potrete usufruire di sconti sul prezzo del biglietto ma in generale un consiglio potrebbe essere quello di evitare i fine settimana, oltre che per la fila che potrebbe senz’altro scoraggiarvi anche per il fatto che solitamente di lunedì molti musei offrono ai visitatori l’ingresso scontato.

Cosa aspettate a venire a Roma a studiare?




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *