5 musical da non perdere

5 musical da non perdere

Ago 05
5 musical da non perdere

Il musical è un genere di spettacolo molto popolare negli Stati Uniti, dove c’è una tradizione in tal senso ben radicata e un gettito di cassa piuttosto remunerativo per impresari e compagnie artistiche.

In Italia questo tipo di cultura artistica, tra il teatro e il ballo, è sicuramente molto meno diffusa; pur tuttavia il consenso del pubblico italiano sta crescendo nel corso degli ultimi anni, premiando al botteghino quelle scuole artistiche di musical che riescono ad importare, molto spesso proprio dagli States, questo tipo di show.

Quali sono i musical tra i più popolari, quelli capaci di attirare a teatro lo spettatore e trascinarlo nel vortice della musica?

Ecco 5 musical che non dovreste perdere.

1. The Blues Brothers

Anche se è impossibile decidere chi meriti più di altri il primo posto, è difficile non pensare a questa meravigliosa commedia musicale del 1980. I protagonisti sono due fratelli cantanti, che cercano di salvare l’orfanotrofio in cui sono cresciuti attraverso una incredibile serie di avventure. John Belushi e Dan Aykroyd sono perfetti per il ruolo che loro stessi avevano inventato pochi anni prima nel cabaret, e la bellezza delle musiche – un tributo al grande blues e a soul – lo rende un vero capolavoro in cui compaiono anche musicisti di enorme rilievo: Cab Calloway, Ray Charles, Aretha Franklin.

minelli

2. Cabaret

Ambientato nella Berlino del 1931, racconta l’amore fra Sally Bowles, cabarettista inglese del Kit Kat Klub, e un giovane scrittore statunitense, Cliff Bradshaw.
Sebbene sia stato scritto nel 1966, il pubblico non può non pensare alla versione cinematografica del 1972, in cui i panni di Sally sono vestiti dall’affascinante e bravissima Liza Minnelli: un’icona della storia dei musical.

3. Singin in the rain

Il tema da cui prende nome il musical rappresenta forse la più famosa sequenza nella storia del genere – essendo poi stata rinforzata dalla scena del film Arancia Meccanica in cui viene fischiettata la stessa melodia, in un contesto radicalmente opposto.
L’opera narra la transazione fra il cinema muto a quello sonoro. Gene Kelly, Debbie Reynolds, Cyd Charisse e Donald O’Conner hanno contribuito a rendere immortale il film grazie ad alcuni momenti eccellenti: ad esempio, con le incredibili acrobazie di make ‘em laugh.

4. Meet me in St. Louis

Uscito nel 1944, il film diretto da Vincente Minnelli, è ricordato per le sue musiche cantate da Judy Garland: The Trolley Song, Have Yourself a Merry Little Christmas sono oggi le più famose. Viene ritenuto uno migliori musical di sempre, e raccoglie i temi classici delle vicende familiari impresse nella memoria popolare americana.

5. Tommy
Tommy è l’apice stravagante e folle della rock opera anni ’70. I protagonisti veri sono, aldilà della trama, i componenti di uno più importanti gruppi rock britanicci – gli Who, a cui si affiancano Eric Clapton ed Elton John. Inspirato all’omonimo album degli Who e girato da Ken Russel, è un manifesto contro la guerra e l’ingiustizia.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *