Rifarsi le labbra: quando e perché?

Rifarsi le labbra: quando e perché?

Ago 30
Rifarsi le labbra: quando e perché?

Secondo alcuni, rifarsi le labbra è solo un atto di pura vanità, che mira unicamente ad attirare l’attenzione degli altri e a sentirsi in linea con i canoni estetici dettati dalle mode del momento. In realtà, non è sempre così.
In molti casi, anche se ovviamente non tutti, rifarsi le labbra può valorizzare un sorriso spento, correggere delle imperfezioni date dalla nascita oppure subentrate in seguito ad una malattia o ad un incidente. Labbra troppo grandi o troppo piccole possono generare insicurezze e problemi sociali, in questi casi – dopo un’attenta valutazione da parte di un medico esperto del settore – è consigliabile prendere in considerazione l’idea di intervenire chirurgicamente per rimodellare e valorizzare questa importante zona del viso. Nei casi in cui ci sono labbra asimmetriche e imperfette, un bravo chirurgo plastico può fare davvero la differenza. Un professionista serio, realmente specializzato nella disciplina della chirurgia estetica e regolarmente iscritto all’ordine, potrà aiutare la paziente a correggere i difetti, eliminando così il problema da cui scaturisce un disagio psicologico e aiutando la persona a sentirsi meglio.
Molte persone che decidono di rifarsi le labbra si recano dal chirurgo con delle foto di personaggi famosi e modelli a cui si ispirano. Tra le celebrità più in voga troviamo  Angelina Jolie e Julia Roberts, mentre per la popolazione maschile i modelli sono George Clooney, Brad Pitt ed Antonio Banderas.
In realtà queste situazioni rischiano spesso di sfociare nel ridicolo e nell’assurdo, perché ognuno di noi ha un corpo e una fisionomia differente da tutti gli altri. La domanda che si dovrebbe porre al chirurgo, prima di rifarsi le labbra, non è se si riesce a raggiungere lo stesso risultato della celebrità di riferimento, o quale sia l’attore o l’attrice cui potersi ispirare, quanto piuttosto conoscere in che modo questo tipo di intervento riesce a valorizzare le nostre labbra e più in generale la nostra bocca.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *