A cosa è dovuta l’incontinenza fecale?

A cosa è dovuta l’incontinenza fecale?

Giu 18
A cosa è dovuta l’incontinenza fecale?

L’incontinenza fecale può definirsi tale quando c’è una evidente manifestazione dell’impossibilità di riuscire a trattenere le feci e i gas. Una patologia diffusa molto più di quanto si creda, visto che la popolazione mondiale che viene colpita dalla malattia rappresenta una percentuale abbastanza rilevante stimata attorno al 2%. Un dato forse irreale, visto che rappresenta solo le persone che si sono rivolte a un medico mentre è confermato che chi avrebbe bisogno di un consulto maggiore è rappresentato da un numero maggiore di pazienti.
L’incontinenza fecale si manifesta in seguito a un rilassamento dei muscoli anali che non riescono più a lavorare in modo corretto e per questo il mantenimento delle feci e dei gas non avviene più nel modo corretto. Una insufficienza che spesso è rappresentativa di una disfunzione temporanea e a volte, invece, di un difetto anatomico, ma in entrambi porta questo tipo di sintomi ben precisi:

perdite involontarie di gas intestinali che non riescono a essere controllate;

– incontinenza passiva, con fenomeni che riguardano l’assenza di stimolo ma in presenza di una involontaria fuoriuscita di feci;

incontinenza da urgenza, il paziente non è più in grado di rimandare l’atto fino al momento dell’effettivo stimolo;

– pseudo incontinenza, con secrezioni abbondanti e forte sensazione di umidità.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *