L’affilatura di punte, frese e altri utensili metallici

L’affilatura di punte, frese e altri utensili metallici

Set 22
L’affilatura di punte, frese e altri utensili metallici

Da quando, in tempi molto remoti, il metallo sostituì la pietra per la realizzazione di oggetti e utensili, ci fu un vero e proprio salto di qualità per la civiltà umana che poté contare su strumenti sempre più robusti, di lunga durata nel tempo e resistenti alla rottura.

Le aziende che oggi effettuano la produzione di utensili in metallo impiegano materiali dalle elevatissime performance come ad esempio leghe di acciaio inox austenitico oppure acciaio HSS super rapido, ideale per la realizzazione di frese e altri oggetti a elevata velocità di rotazione o movimento.

Purtroppo però, nonostante le costanti evoluzioni in termini di materiali, anche l’utensile prodotto a partire dai materiali più resistenti e dalla maggiore durezza superficiale è soggetti, a causa dell’uso continuativo e dell’attrito con altri materiali, alla perdita del profilo tagliente.

Questo deterioramento progressivo deve essere costantemente tenuto sotto controllo da parte dei professionisti che adoperano tali strumenti: quando infatti il tagliente non è più ottimale, la lavorazione richiede più energia e la qualità del risultato finale va peggiorando.

Per eseguire l’affilatura di punte di trapano, frese, lame circolari e altri utensili di comune impiego a livello industriale servono macchinari ad hoc, esperienza e un’ottima capacità di osservazione. L’abilità di chi esegue l’affilatura sta infatti nel riuscire a ripristinare il profilo tagliente senza tuttavia alterare la conformazione dell’oggetto.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *