Gli ascensori a Reggio Emilia costruiti con le più moderne tecnologie

Gli ascensori a Reggio Emilia costruiti con le più moderne tecnologie

Set 29
Gli ascensori a Reggio Emilia costruiti con le più moderne tecnologie

Alcuni dei più antichi esempi di sistemi di trasporto verticale risalgono all’epoca greca, quando Archimede mise a punto un primitivo – ma tutto sommato efficace, considerato il periodo storico – dispositivo basato su corde, carrucole e trazione animale.

Da allora e sino a epoche relativamente recenti, nello specifico fino all’Ottocento, le tecnologie per così dire “ascensoristiche” non hanno compiuto grossi passi in avanti, ad eccezione dei sistemi seicenteschi e settecenteschi basati su contrappesi, ma sempre azionati manualmente.

Ma con l’affermarsi della rivoluzione industriale, tutto è cambiato dal momento che da allora in poi sono state disponibili nuove ed efficienti modalità di azionamento basate su vapore, elettricità e sistemi pneumatici. Tra i primi esempi, un sistema di sollevamento a cinghia adottato all’interno di una fabbrica inglese nel 1835 e il primo ascensore ad acqua della storia, che fece la sua comparsa nel 1846.

Gli ascensori di oggi sono eredi dei sistemi messi a punto nel XIX secolo: scopi e finalità degli impianti sono rimasti immutati, anche se naturalmente le tecnologie si sono notevolmente affinate, ad esempio con l’applicazione dei sistemi cosiddetti “paracadute” che rendono il trasporto sicuro anche nella peggiore delle eventualità, ovvero il distacco dei cavi.

La sicurezza dei moderni ascensori che a Reggio Emilia così come altrove in Italia vengono installati attualmente non teme paragoni, così come l’efficienza energetica che è uno dei punti chiave in materia di progettazione.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *