La zincatura elettrolitica per metalli più resistenti e duraturi

La zincatura elettrolitica per metalli più resistenti e duraturi

Ott 19
La zincatura elettrolitica per metalli più resistenti e duraturi

Esistono metalli molto versatili in termini di usi e applicazioni industriali, e uno dei più “famosi” è senza dubbio lo zinco. Conosciuto sin dall’antichità, lo zinco può essere impiegato per creare una moltitudine di prodotti ma anche per eseguire trattamenti galvanici come la zincatura.

Detto anche zincatura elettrolitica, questo procedimento viene eseguito per rivestire la superficie di un oggetto o componente di metallo con un film di zinco estremamente sottile, eppure molto resistente a corrosione, usura e impatti meccanici superficiali. Mediante questa elettrodeposizione il materiale sottostante viene di fatto rivestito con uno scudo protettivo di lunga durata.

All’atto pratico, la zincatura viene eseguita presso aziende specializzate immergendo il manufatto in una soluzione elettrolitica e creando un circuito costituito da anodo e catodo in cui viene fatta passare una certa quantità di corrente. L’elettricità causa la deposizione, sul metallo da trattare, di composti di zinco insolubili che vanno a costituire quella che viene definita come “protezione catodica”.

Ciò significa che lo zinco superficiale si comporterà da catodo, ossidandosi al posto del materiale che riveste; in altre parole, si sacrificherà impedendo fenomeni di arrugginimento e corrosione a carico del manufatto.

Vanta un’esperienza di quasi mezzo secolo in zincatura elettrolitica e altri trattamenti galvanici l’azienda parmigiana Zep-Nicasil, che dispone di personale tecnico altamente qualificato e di attrezzature di ultima generazione. L’azienda è certificata UNI EN ISO 9001:2000 e la si può contattare allo 0521/272883 o scrivendo a info[at]nicasil-zep.com.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *