“Gli anni del boom economico”- L’Orologio musicale del ‘900

“Gli anni del boom economico”- L’Orologio musicale del ‘900

Nov 01
“Gli anni del boom economico”- L’Orologio musicale del ‘900

 “Gli anni del boom economico”- L’Orologio musicale del ‘900
Giovedì 3 novembre 2016 ore 19Polo del Novecento, Via del Carmine 14, Torino
BIGLIETTO € 7,00 intero, € 5 ridotto

Il concerto prevede l’accompagnamento di letture, proiezioni e documenti storici in collaborazione con la Fondazione Istituto Piemontese “Antonio Gramsci” Onlus.

L’Orologio musicale del ‘900”, novità del cartellone EstOvest Festival 2016, ha la finalità di “raccontare” il Novecento, attraverso la forza immaginifica della musica. Giovedì 3 novembre alle ore 19.00 presso il Polo del Novecento l’indagine sul “secolo breve” si concentra su “Gli anni del boom economico” un momento storico di straordinaria ripresa economica e grande impulso vitale per l’Italia. Quelli sono gli anni della “Commedia all’Italiana” dei grandi registi Luigi Comencini, Dino Risi e Mario Monicelli. Capolavori o opere importanti del cinema italiano, con attori del calibro di Marcello Mastroianni, Vittorio Gasman e Ugo Tognazzi, trovano degno accompagnamento nelle colonne sonore dei compositori Nino Rota, Armando Trovajoli, Piero Umiliani ed Ennio Morricone. Le musiche del cinema italiano in quegli anni saranno rivisitate in chiave jazz dal trio The Bridge formato da Dario Terzuolo, Marco Breglia e Riccardo Proto, eccellenti musicisti torinesi. I brani musicali e le stesse proiezioni forniranno un pretesto per rievocare il clima e il costume del tempo, affiancando all’ascolto musicale richiami alla realtà del paese e all’universo poetico degli autori. Saranno proiettati brani dal “Sorpasso” e da “I mostri” di Dino Risi, da l“Accattone” di Pasolini (con una colonna sonora ricavata dalla Passione secondo Matteo di Bach), per finire da “La dolce vita” di Fellini. Giovanni Carpinelli della Fondazione Istituto “A. Gramsci” e Sergio Toffetti già conservatore della Cineteca Nazionale e attuale Direttore dell’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa di Ivrea cercheranno di fornire chiavi di lettura e stimoli per ulteriori approfondimenti. Intanto la serata dovrebbe rivelarsi una eccellente occasione di ascolto e, per alcuni se non altro, di riscoperta. Elementi tratti da un mondo quanto mai ricco di suggestioni.

The Bridge Trio Jazz
Dario Terzuolo
sax tenore
Marco Breglia batteria
Riccardo Proto contrabbasso

Colonne sonore del cinema italiano

Nato a Torino nel 2012 il gruppo The Bridge si è esibito nei jazz festival di Edimburgo, Torino, Novara e Langnau (Svizzera). The Bridge è un tributo allo storico complesso di Sonny Rollins che nei primi anni sessanta segnò una pagina fondamentale nella storia del Jazz. Il nome del gruppo è tratto dal disco “The Bridge”, come il ponte vero e proprio, il Williamsburg Bridge di New York dove Rollins pare fosse costretto a esercitarsi per non disturbare i vicini, ma anche il ponte inteso come simbolo del superamento di barriere tra diversi stili.

Dario Terzuolo consegue il diploma di flauto e si diploma in saxofono jazz con Emanuele Cisi a Torino. Si è esibito nelle rassegne di MITO Settembre Musica e del Torino Jazz Festival, presso i jazz festival di Edimburgo e di Langnau (Svizzera). Suona nella JCT Big Band e Gatsby Orchestra. Ha suonato con Giampaolo Casati, la Torino Jazz Orchestra. È allievo del biennio di composizione jazz.

Marco Breglia, nato a Torino nel 1980 ha tenuto concerti e fatto tournée in tutta Italia, Francia, UK, Germania, Svezia, Belgio, Olanda, Vietnam. Ha suonato e collaborato con Gianni Basso, Franco Cerri, Dino Piana, Dusko Goykovich, Ken Scharf, Valery Ponomarev, Paul Jeffrey, Harry Allen, Fulvio Albano.

Riccardo Proto studia con Angelo Farias, Gianluigi Goglia, Piero Leveratto, Furio Di Castri. Si diploma alla scuola “musicisti Associati” di Napoli e consegue la laurea in jazz presso il Conservatorio di Genova. Suona ai festival jazz di Piacenza, Lucca, Tuscia, Sapri, Marigliano.

 

Trio Jazz The Bridge




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *