L’Orologio musicale del ‘900 si conclude con “Fine millennio”

L’Orologio musicale del ‘900 si conclude con “Fine millennio”

Nov 09
L’Orologio musicale del ‘900 si conclude con “Fine millennio”

Marc Daniel Van Biemen

Giovedì 10 novembre 2016 ore 19Polo del Novecento, Via del Carmine 14, Torino
BIGLIETTO € 7,00 intero, € 5 ridotto

Il concerto prevede l’accompagnamento di letture, proiezioni e documenti storici in collaborazione con Fondazione Istituto Piemontese “Antonio Gramsci” Onlus.

L’Orologio musicale del ‘900”, vero e proprio festival nel festival di EstOvest 2016, ha la finalità di “raccontare” il Novecento, attraverso la forza immaginifica della musica. Giovedì 10 novembre alle ore 19 il ciclo di cinque concerti al Polo del ‘900, dedicati all’indagine del “secolo breve”, si chiude con un concerto per violino solo dal titolo  “Fine millennio” . Tecnologia e natura, questo il tema della serata. Musiche di Pierre Boulez e Alberto Colla, suonate dal violinista olandese Marc Daniel Van Biemen, primo violino della prestigiosa Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, votata dai maggiori direttori d’orchestra (tra cui Muti, Abbado, Gatti, Barenboim, Mehta, Pappano) come la prima orchestra al mondo. Pierre Boulez è uno dei massimi rappresentanti in musica del secondo Novecento. Figlio della guerra, rivoluziona completamente il linguaggio musicale per arrivare ad uno stile compositivo acuto e sofisticato. Il piemontese Alberto Colla è tra i più interessanti compositori di oggi, con una visione rigorosa e complessa sul piano strutturale quanto fluida ed immaginifica su quello melodico Le immagini proiettate faranno riferimento a opere di Lucian Freud, Frank Geary e Edward Hopper e esprimono solitudine, disagio, felicità. É la fine del Novecento ma pure del millennio. Un millennio che ha visto operare Johann Sebastian Bach, uno dei più grandi geni della storia del pensiero occidentale.  Il ciclo d’ascolto al Polo si conclude,  celebrando la fine del millennio, sulle note della celebre Ciaccona dalla seconda Partita in re minore.  Un brano diventato nel tempo talmente celebre da annullare, come per incanto,  la distanza che ci separa da esso, diventando il brano simbolo del Secondo Millennio. Giovanni Carpinelli della Fondazione Istituto “A. Gramsci” e Claudio Pasceri dello Xenia Ensemble cercheranno, come relatori, di fornire chiavi di lettura e stimoli per approfondimenti e riflessioni. Il compositore Alberto Colla stesso sarà eccezionalmente presente tra i relatori della serata.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *