Marco Zoppi: usare il Trust nella giurisdizione italiana

Marco Zoppi: usare il Trust nella giurisdizione italiana

Mar 16
Marco Zoppi: usare il Trust nella giurisdizione italiana

Enrico Rizzo, Avvocato e Presidente dell’Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobili e Marco Zoppi, fondatore e CEO di Global Capital Trust, hanno recentemente formalizzato a Bologna la loro intesa, che sarà volta ad agevolare e velocizzare la diffusione del Trust presso gli associati all’ASPPI.

Fondata più di 60 anni fa ed inizialmente operativa elettivamente all’interno del territorio felsineo, l’ASPPI è riuscita a crescere in maniera rapida ed esponenziale, ottenendo il prestigioso status di Associazione Nazionale già un trentennio or sono. Al giorno d’oggi, l’ente presieduto da Enrico Rizzo dispone di varie sedi in tutto il territorio italiano e annovera un numero totale di affiliati superiore alle 100.000 unità. Mission di ASPPI è quella di tutelare in maniera forte e presente gli interessi dei proprietari immobiliari, assurgendo al ruolo di portavoce e di garante di tale categoria presso tutte le principali istituzioni locali e centrali. La grande autorevolezza acquisita dall’associazione nel corso degli anni ha permesso a quest’ultima di ergersi, inoltre, a principale riferimento di Camera e Senato nella gestione e nella formulazione di tutte le normative che coinvolgono le politiche abitative. L’ente, inoltre, fa parte delle Associazioni Firmatarie della Convenzione Internazionale e svolge il ruolo di principale interfaccia per Regioni e Comuni.

Gli associati possono fare riferimento all’ASPPI per beneficiare di un gran numero di servizi, che spaziano dalla gestione dei contratti di locazione alla formazione di amministratori, dall’assistenza per la gestione di lavori di ristrutturazione e manutenzione alla consulenza immobiliare. ASPPI opera inoltre in un regime di continua e proficua collaborazione con Enti ed Aziende Commerciali e di Servizio del Ramo Immobiliare, ai quali la lega un consistente novero di convenzioni.

Le continue informazioni che Marco Zoppi inoltrerà a tutti gli associati dell’ASPPI viaggeranno telematicamente attraverso un’inedita piattaforma informatica appositamente progettata da ASPPI Next, giovane start-up con sede in Olanda creata in seno all’ente di origine bolognese.

Quest’ultima lavora costantemente per raggiungere l’obiettivo di dare forma ad un network internazionale sempre attivo nel quale condividere soluzioni immediate, veloci ed efficaci per accelerare lo sviluppo web di start-up. ASPPI Next sfrutta un portfolio accessibile online che mira a fornire nuove prospettive di crescita per l’impresa, fondate sul continuo scambio di idee e di proposte. Tutti i servizi garantiti dalla start-up fiamminga potranno raggiungere, grazie all’istituzione e allo sfruttamento del palcoscenico offerto da web tv, web radio e web seminar, sin da subito, oltre 67.000 follower complessivi.

Per approfondire tutte le implicazioni relative all’impiego del Trust in Italia è possibile scaricare l’intervista che Marco Zoppi ha recentemente rilasciato a tal proposito, visitando il sito dell’ASPPI Bologna e accedendo alla sezione “Trust Dopo di Noi”.

A riguardo, è opportuno rimarcare che la Legge 2016 “Dopo di Noi” ha previsto l’introduzione di un nuovo e corposo corpus di misure precauzionali ed operative volte a massimizzare la tutela finanziaria e a garantire la più alta qualità della vita a tutti i portatori di handicap che risultino sprovvisti di un’assistenza economica, familiare e materiale consona alle loro condizioni fisiche. La nuova legge è stata sviluppata sul modello normativo anglosassone e, naturalmente, riguarda piuttosto da vicino anche il mondo del Trust.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *