I portoni sezionali industriali, tra performance e manutenzioni

I portoni sezionali industriali, tra performance e manutenzioni

Mar 01
I portoni sezionali industriali, tra performance e manutenzioni

Negli edifici gli accessi di grandi dimensioni possono essere chiusi in vari modi. Ad esempio, per i portoni dei capannoni industriali è possibile adottare chiusure di tipo scorrevole, con una grande porta che scivola lungo un binario situato a ridosso della parete; poco diffusi sono i portoni basculanti, che trovano un più ampio utilizzo nei contesti residenziali (es. porte di garage), mentre particolarmente apprezzato è un terzo tipo di chiusura, ovvero il portone sezionale.

Questo tipo di installazione si caratterizza per la presenza di pannelli collegati l’uno con l’altro e snodabili, che consentono di “impacchettare” il portone. I vantaggi di sistemi di questo tipo sono il risparmio di spazio (il portone infatti non ingombrerà in fase di apertura e chiusura) e anche la sicurezza.

Al pari di altri portoni e chiusure industriali, anche i prodotti di tipo sezionale devono essere periodicamente controllati. Le verifiche tecniche vanno eseguite anche su impianti che apparentemente non hanno alcuna difficoltà di funzionamento, in quanto l’usura tende a causare danni silenti che solo in un secondo tempo (e spesso senza nessun preavviso) si manifestano in tutta la loro problematicità.

Investire in un buon servizio di manutenzione di portoni industriali significa avere a cuore la bontà di funzionamento delle proprie chiusure tecniche e l’incolumità di chi vi lavora a stretto contatto; per controlli accurati in tutta Italia, rivolgiti agli esperti Farma (farmachiusuretecniche.it).

 




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *