Spostare WordPress su un nuovo dominio: 3 cose da fare per vivere sereni

Spostare WordPress su un nuovo dominio: 3 cose da fare per vivere sereni

Mar 20
Spostare WordPress su un nuovo dominio: 3 cose da fare per vivere sereni

Evolvendoti e modificando le tue necessità e aspirazioni professionali o personali, capita di dover fare un piccolo trasloco. Niente scatoloni e cose ingombranti da impacchettare ma si tratta comunque di un cambio di casa, anche se virtuale. Bisogna infatti spostare tutti i contenuti che hai prodotto sul tuo blog o sito – accumulati magari anche per anni, come fosse un appartamento nel quale hai passato tanto tempo – in un nuovo posto da sentire più tuo, che ti identifica di più e che rispecchia la tua crescita lavorativa. È il momento di fare un cambio di dominio, cioè dell’Url che si va a digitare nel browser di navigazione per trovare il tuo blog o sito web (ad esempio da www.comecambiodomionio.wordpress.com a www.comecambiodominio.it).

Ti viene il panico solo a pensarci? Hai paura di non trovare più niente e dover ricominciare da capo? Per stare tranquillo basta metterci attenzione e fare 3 cose per evitare errori e spiacevoli sorprese.

wordpress

  1. Fare backup del database e dei file del vecchio WordPress – Questo primo step è la base per non perdere tutto il lavoro prodotto in anni di blogging, che poi è spesso l’elemento che frena dal fare il cambio di dominio. Dopo aver messo i file in sicurezza devi creare un nuovo file robots.txt nella root del nuovo dominio con una semplice operazione: inserisci User-agent: *Disallow: / per fare in modo che i motori di ricerca non accedano al tuo sito prima di avere finito il trasloco di dominio.

  2. Importare nel nuovo WordPress file e database prima di eliminare il vecchio sito – A questo punto hai salvato tutto il materiale ma, prima di fare qualunque altro passo, devi verificare che il backup sia stato eseguito correttamente altrimenti perderesti dati importanti e serenità. Una volta controllato puoi copiare il database e i file sul nuovo sito e puoi modificare il file wp-config.php impostando i nuovi dati di connessione al database. Se non conosci i dati di connessione per il tuo nuovo sito chiedi le credenziali al tuo fornitore di spazio in hosting su cui intendi ospitare il nuovo sito in WordPress.

  3. Fare redirect 301 dal vecchio al nuovo sito e attendere che Google li assorba prima di eliminare il vecchio WPIn questa fase puoi anche rimuovere il file robots. txt che abbiamo creato al primo step e sostituirlo con quello che hai usato. Che significa? Devi andare all’indirizzo del tuo blog di origine ed aggiungere al file “. Htaccess” una riga allo scopo di segnalare ai motori di ricerca il cambio di dominio: Redirect 301 /blog/http://www. Nuovodominio. Com/.

Ci siamo! Ora puoi disfarti del tuo vecchio dominio che non rispecchiava più le tue necessità ed iniziare una nuova avventura con un dominio nuovo di zecca ma avendo conservato tutto i contenuti precedenti. Il tuo lavoro e la tua soddisfazione ti ripagheranno del piccolo rischio che hai corso.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *