Cosa fare se la cassaforte non si apre

Cosa fare se la cassaforte non si apre

Dic 02

Sempre più sono coloro che scelgono di conservare i propri oggetti di valore all’interno di una cassaforte. Grazie anche alle trasposizioni cinematografiche, nell’immaginario collettivo una cassaforte suscita un grande fascino e averla in casa usandola per proteggere i propri beni ci fa sentire sempre più sicuri. Esistono diversi tipi di cassaforte: da quelli più semplici con singola o doppia serratura a quelli più complessi e innovativi con codici di sblocco di tipo meccanico o elettronico, è possibile addirittura dotarsi di un dispositivo a scansione retinica!

Non importa, però, quanto la nostra cassaforte sia moderna e futuristica, può sempre accadere che per qualche motivo si blocchi e ci risulti impossibile aprirla. Vediamo insieme come comportarsi in questo caso, forti dell’aiuto del servizio di pronto intervento presente a Roma, che ci fornirà informazioni utili su cosa fare.

Come comportarsi se la nostra cassaforte è bloccata?

Innanzitutto se la cassaforte non si apre, non fatevi prendere dal panico. Pensare che tutti i nostri beni più preziosi siano irraggiungibili e potenzialmente in pericolo è sicuramente una sensazione spiacevole ma farci sopraffare dall’ansia o da smanie irrazionali non aiuterà a risolvere il problema. Le cause che portano al blocco del dispositivo possono essere diverse: dalle più banali, come la batteria scarica o la password smarrita, a quelle più serie, come un tentativo di manomissione.

La prima cosa da fare, in tutti i casi, è cercare di capire dove sia il problema e se questo sia risolvibile autonomamente. Nel caso di una cassaforte a funzionamento meccanico, è probabile che il blocco sia dovuto al cosiddetto effetto ventosa, possiamo quindi riprovare ad aprire la cassaforte con un movimento lento e uniforme cercando di sbloccarla. Se il problema è un altro invece, non conviene ricorrere a tecniche fai da te, rischieremmo solo di aggravare il problema. E’ sconsigliato tentare di forzare l’apertura con un coltello, un cacciavite o altri strumenti, rischieremmo di bloccarla in modo irreparabile.

L’unica cosa sicura da fare è chiamare un tecnico specializzato che ci aiuti, spiegargli il problema e rispettare le sue indicazioni.

Quanto costa rivolgersi ad un tecnico per sbloccare una cassaforte?

Il prezzo di questo tipo di interventi può essere abbastanza elevato e può arrivare fino ai 200 €-300 €. Nonostante ciò, sarà sempre bene rivolgersi a qualcuno di specializzato, che conosca i meccanismi e che non provochi ulteriore danno. Dopo che la cassaforte è stata sbloccata sarà il tecnico a dirci se è meglio ripararla o sostituirla.

Come prevenire che la cassaforte si blocchi?

Non esiste una regola fissa che ci permetta di scongiurare il pericolo che la cassaforte si blocchi, ci sono però alcuni utili accorgimenti che ci possono aiutare. Innanzitutto è sempre bene scegliere un dispositivo di qualità che ha sicuramente meno probabilità di andare incontro a guasti. Scegliendo una cassaforte di marchi autorevoli ed affidabili, inoltre, è possibile che sia incluso un servizio di assistenza veloce e qualificato.

E’ sempre bene chiudere la cassaforte con calma e delicatezza, senza movimenti violenti o irruenti che possano danneggiare l’ingranaggio di sblocco. E’ comunque bene sottolineare l’importanza di rivolgersi sempre a personale qualificato sia per l’installazione che per l’eventuale sblocco della nostra cassaforte, fare da soli spesso e volentieri può portare brutte sorprese.




Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *